Jump menu

Main content |  back to top

News and Media Releases

Shell Lubricants leader di Mercato per il decimo anno consecutivo

24 novembre 2016 - Secondo il report pubblicato da Kline & Company Global Lubricants Industry: Market Analysis and Assessment 2016, Shell Lubricants nel 2015 ha conservato la propria posizione di leader del mercato con l’11,6% di market share. Con questo risultato, la società si aggiudica per il decimo anno consecutivo il titolo di primo fornitore mondiale di lubrificanti.

Le stime sulle vendite di prodotto riportate da Kline & Company indicano che Shell nel 2015 ha venduto tra i 4,4 e i 4,6 milioni di tonnellate di lubrificanti finiti: il 36% nel mercato automotive per consumatori finali, il 34% nel settore industriale e il 30% nel mercato automotive B2B.

John Abbott, Shell Downstream Director, ha dichiarato: “In un ambiente nel quale la competizione continua ad essere difficile, questo è un risultato estremamente importante per il business Shell Lubricants. Gli elementi che hanno favorito il nostro successo sono l’approccio incentrato sul cliente, la continua innovazione nei prodotti e nei servizi, le tecnologie all’avanguardia, gli investimenti sui brand e una squadra vincente. Abbiamo anche fatto importanti investimenti nel miglioramento e nell’ampliamento della nostra supply chain a livello mondiale, per allinearci con le tendenze della domanda globale. In futuro prevediamo di continuare a concentrarci sulla stretta collaborazione tra clienti e industria, per fornire soluzioni innovative e integrate di prodotti e servizi che possano assecondare la continua evoluzione dei bisogni dei clienti e le opportunità che si aprono con la transizione verso fonti di energia alternative.”

Il report riferisce anche che Shell Lubricants è leader di mercato nelle Filippine (30%), in Malesia (27%), nel Regno Unito (18%) e negli Stati Uniti (12%). Shell Lubricants è anche la principale compagnia petrolifera internazionale in Sudafrica (20%), in Tailandia (18%), in Canada (13%) e in Cina (8%).

George Morvey, Industry Manager del settore energia Kline&Company, ha affermato: “L’industria mondiale dei lubrificanti ha raggiunto nel 2015 i 38,8 milioni di tonnellate, in calo rispetto ai 39,4 milioni di tonnellate del 2014. Ad esclusione dell’India, gli altri paesi BRIC non sono cresciuti e questo ha contribuito alla decrescita globale. Nonostante un mercato sostanzialmente fermo e la competizione crescente da parte delle compagnie petrolifere nazionali, dei produttori indipendenti e dei prodotti OEM originali, Shell è riuscita a difendere la sua market share e a mantenere la propria posizione di leader di mercato.”

Per soddisfare la domanda crescente, Shell ha investito centinaia di milioni di dollari nella propria supply chain, ampliando i quattro impianti di miscelazione di lubrificanti esistenti e costruendo quattro nuovi impianti di miscelazione, un impianto per la produzione di grassi e due nuovi impianti per la produzione di oli base.

Shell Lubricants è stata leader di mercato nel settore dell’autotrazione leggera negli Stati Uniti (22%), nelle Filippine (32%), in Malesia (31%), in Canada (19%) e in Cina (14%). Essere stati i primi ad aver introdotto la tecnologia GTL (Gas-To-Liquid) per la produzione di oli base per l’autotrazione leggera è stato uno dei principali fattori di successo. Fin dal lancio nel 2014, i prodotti Shell Helix Ultra con tecnologia PurePlus hanno visto crescite a doppia cifra e sono ora disponibili in più di 100 mercati in tutto il mondo. Inoltre, l’eccezionale penetrazione di mercato di Pennzoil Platinum in Nord America è aumentata del 155% dal 2012, grazie alla spinta della tecnologia Shell PurePlus . Questi prodotti sono anche stati testati al limite delle loro prestazioni su banchi di prova estremi, come i circuiti di gara degli sport motoristici in tutto il mondo.

Shell attualmente è il marchio di lubrificanti per autotrazione leggera preferito in Cina, negli Stati Uniti, in Malesia e in Tailandia; marchio preferito per le moto in Malesia e nelle Filippine; e olio motore per autotrazione pesante preferito in Cina, in Egitto, in Russia e negli Stati Uniti.

Shell ha anche costruito relazioni commerciali di successo con alcuni dei principali costruttori (OEM) tra cui BMW AG, Fiat Chrysler Automobiles (FCA) Group, Hyundai, Renault-Nissan, Toyota, General Motors, Daimler AG, Suzuki, Ducati, MAN, ZF, General Electric, Aggreko, Siemens e numerosi OEM cinesi tra cui Geely & FAW.

Shell fornisce inoltre soluzioni di lubrificazione per una vasta gamma di macchinari industriali, comprese turbine a vento, attrezzatura pesante per miniere e macchinari di produzione. Nel settore dei lubrificanti industriali, Shell è leader di mercato nelle Filippine (29%), in Tailandia (24%), in Malesia (20%) e nel Regno Unito (18%). Nel settore dei veicoli commerciali, Shell è leader in Malesia (31%), in Canada (20%) e negli Stati Uniti (18%). Shell Lubricants ha anche dimostrato che grazie all’utilizzo dei propri servizi tecnici a valore aggiunto alcuni dei propri clienti industriali hanno potuto beneficiare di un risparmio nei costi di oltre cento milioni di dollari in totale. Questi servizi aiutano i clienti a scegliere, utilizzare, mantenere e controllare l’utilizzo dei lubrificanti nei loro macchinari. La più recente offerta di Shell in questo ambito è il Virtual Assistant, uno ‘sportello unico’, animato da intelligenza artificiale, che risponde a domande legate ai lubrificanti.

Note per il redattore:

  • Shell si avvale di oltre 200 scienziati e ingegneri al lavoro in centri tecnici specializzati sui lubrificanti in Cina, in Giappone (joint venture), negli Stati Uniti e in Germania. Abbiamo aperto il nostro più innovativo centro tecnologico a Shangai, Cina, nel 2014, dedicato a ricerca e sviluppo su petrolio e lubrificanti.
  • Shell è anche il primo e unico fornitore di lubrificanti ad aver collaborato alla creazione di una city car di successo. La Shell Concept Car nasce dalla collaborazione tra Shell, Geo Technology e Gordon Murray Design. Rispetto a una city car media, utilizza il 34% in meno di energia e produce il 28% in meno di emissioni di CO2. Il solo olio motore su misura ha contribuito al 5% dell’economia sul carburante, riducendo di conseguenza le emissioni di CO2 di un corrispondente 5%. Questo veicolo non è in commercio.
  • Il report Kline ha confermato che Shell è l’unico grande produttore su scala mondiale di olio base GTL, l’ingrediente principale dei lubrificanti finiti. Shell produce gli oli motore GTL presso lo stabilimento Pearl GTL, in Quatar, in partnership con Qatar Petroleum. Oltre agli oli per autotrazione leggera e agli oli moto Shell Advance Ultra con tecnologia PurePlus, Shell produce anche oli industriali sviluppati con tecnologia GTL. Questi comprendono gli oli per trasformatori Shell Diala S4 ZX1, gli oli da processo Shell Risella X e gli oli per turbine Shell Turbo S4X e GX.
  • Shell ha ampliato gli impianti di miscelazione di lubrificanti negli Stati Uniti (Houston e Newell) e in Cina (Tianjin, 2012 e Zhapu, 2013) per soddisfare la domanda crescente di questi due importanti mercati. Sono stati aperti nuovi grandi impianti di miscelazione lubrificanti in Russia (Torzhok, 2012), Indonesia (nei pressi di Jakarta, 2015) e due in Cina (Zhapu, 2010 e Nangang, 2015). Inoltre, Shell ha aperto in Cina (Zhuhai, 2013) il più grande impianto di produzione di grassi. Lo stabilimento Pearl GTL, il più grande produttore di prodotti GTL su scala mondiale, frutto della partnership tra Shell e Qatar Petroleum, è entrato in attività nel 2011, cominciando, tra le altre, anche la produzione di oli base del gruppo GTL III. Un altro impianto di olio motore gruppo II è stato avviato in Corea nel 2012 (joint venture con Hyundai Oilbank).
  • Shell si avvantaggia di partnership tecniche di lunga durata nel mondo dei motori con Ferrari (F1), Penske Racing (Nascar e Indycar) e Ducati (MotoGP), e ha iniziato a collaborare con BMW Motorsport (DTM, USCC, 24-ore Nurburgring) e Hyundai Motorsport (World Rally Championship) nel corso dell’ultimo decennio. Shell Helix Ultra con tecnologia PurePlus è l’unico olio motore utilizzato dai veicoli Ferrari F1, BMW Motorsport DTM e Hyundai i20 WRC. Il team Penske utilizza esclusivamente l’olio motore pronto all’uso Pennzoil Ultra Platinum completamente sintetico 0W-40 su tutte le sue Indycar e l’innovativa tecnologia PurePlus sotto il cofano delle sue auto NASCAR.
  • Shell offre un’ampia gamma di servizi relativi ai lubrificanti, per contribuire a massimizzare l’impatto dei suoi prodotti. Grazie a questi servizi, Shell ha aiutato i suoi clienti a risparmiare più di 146 milioni di dollari nel corso degli ultimi 15 anni (per ulteriori informazioni sui servizi, si consiglia di consultare la sezione About Shell Lubricants). Nel 2015, abbiamo lanciato Shell Virtual Assistant, uno sportello unico gestito da intelligenza artificiale sul sito web di Shell, dove i clienti e i distributori possono porre domande generali sui lubrificanti, 24 ore su 24, 7 giorni la settimana. Questo tool è disponibile per 10 mercati: Cina, Russia, Germania, India, Singapore, Filippine, Malesia, Australia, Stati Uniti e Regno Unito.

Per maggiori informazioni:

Valeria Contino

Responsabile Relazioni Esterne

Shell Italia Oil Products S.r.l.

Email: v.contino@shell.com

Opzioni pagina