Jump menu

Main content |  back to top

Cambiamento climatico e Shell

Cambiamento climatico e Shell

Siamo stati una delle prime società energetiche nel 1997 a prendere atto della grande sfida del cambiamento climatico, a richiedere interventi ai governi, al settore industriale, ai consumatori, e a intraprendere azioni al nostro interno. I combustibili fossili continueranno a soddisfare la maggior parte del crescente fabbisogno energetico mondiale per i decenni a venire, quindi la gestione delle emissioni di CO2 di carbone, petrolio e gas naturale è un fattore fondamentale nell'affrontare il cambiamento climatico.

Il nostro approccio comprende:

  1. Aumentare l'efficienza delle nostre operazioni.
  2. Definire una capacità sostanziale nella cattura e stoccaggio dell'anidride carbonica (CCS).
  3. Continuare a ricercare e sviluppare tecnologie che aumentino l'efficienza e riducano le emissioni nella produzioni di idrocarburi.
  4. Sviluppare fonti energetiche a basse emissioni di CO2 compreso il gas naturale e i carburanti a basso contenuto di CO2.
  5. Gestire la domanda energetica facendo crescere il mercato per prodotti e servizi che aiutano milioni di clienti al dettaglio e aziende a consumare meno energia e ad emettere meno CO2.
  6. Incoraggiare attivamente i governi a fornire un quadro di politica internazionale efficace per gestire le emissioni di CO2 e gli altri gas a effetto serra.

Gestione degli impatti ambientali

Biodiversità

Proteggere la biodiversità è un fattore importante se consideriamo un qualsiasi nuovo progetto importante o un grande ampliamento di operazioni esistenti. Per contribuire a proteggere la biodiversità e a promuovere la conservazione lavoriamo in collaborazione con gruppi di conservazione importanti, quali il Wetlands International e l'Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (IUCN).
Se un'area è ricca in biodiversità ci impegniamo con le comunità e gli esperti locali e sviluppiamo dei piani d'azione per la biodiversità. Supportiamo anche la ricerca, come, per esempio, aiutare ad identificare le specie a rischio d'estinzione.

Prevenire fuoriuscite

Le fuoriuscite di petrolio e derivati possono danneggiare l'ambiente e mettere a rischio i nostri dipendenti e le comunità limitrofe. Nel corso degli anni abbiamo ridotto il numero di fuoriuscite durante le nostre operazioni per motivi che possiamo controllare, come la corrosione o gli errori operativi.
Per contribuire a prevenire le fuoriuscite dalle petroliere, lo standard di assicurazione della qualità navale impone dei requisiti per le navi che usiamo. Per esempio, richiediamo che le navi oceaniche più grandi abbiano un doppio scafo.

Aria più pulita

Abbiamo fatto degli sforzi per ridurre le emissioni di inquinanti locali causati dalle nostre operazioni. Questo ha coinvolto una vasta serie di investimenti per ammodernare le strutture, installare degli impianti bruciatori più puliti e una tecnologia di cattura del diossido di zolfo.

Riduzione del consumo idrico

La nuova tecnologia ha un ruolo fondamentale nel contribuire alla riduzione del consumo idrico. Il nostro impianto Pearl GTL in Qatar, per esempio, è stato progettato per non utilizzare acqua dolce dalle aride zone limitrofe. Il progetto Schoonebeek nei Paesi Bassi riutilizzerà le acque reflue municipali per generare vapore.

Opzioni pagina