Immagine aerea di un fiume e un camion bianco su una strada in una pineta con il contorno dell’immagine grafica Rispettare la natura

Rispettare la natura

Proteggere l’ambiente, ridurre i rifiuti e contribuire in modo positivo alla biodiversità

Dipendenti Shell raccolgono l’acqua del fiume

Per molti anni abbiamo adottato principi guida e standard volti a proteggere l’ambiente. Ora stiamo aumentando le nostre ambizioni in tema ambientale e le adattiamo per contribuire agli obiettivi di sviluppo sostenibile ONU.

Le nostre ambizioni ambientali includono la protezione e il miglioramento della biodiversità: fauna e flora sono essenziali per il pianeta. La nostra attenzione è anche rivolta a un utilizzo più efficiente dell’acqua e delle risorse in tutte le nostre attività, riutilizzando quanto più possibile.

Un uomo e una donna camminano lungo le rapide in una foresta

Stiamo riducendo i rifiuti derivanti dalle nostre attività e aumentando il riciclo della plastica. Stiamo contribuendo a migliorare la qualità dell’aria riducendo le emissioni delle nostre operazioni e fornendo soluzioni sempre più pulite per dare energia ai settori del trasporto e dell’industria.

Operare con i nostri partner e fornitori e sviluppare nuove collaborazioni è fondamentale. Ci uniremo al lavoro di altri operatori dell’industria, dei governi, dei nostri clienti e con gli operatori delle supplay chain per proteggere la natura.

Colonne di sacchetti di plastica in un impianto di raccolta

Abbiamo stabilito ambizioni ambientali per il 2030 e per gli anni a venire oltre ad obiettivi a breve termine. Contribuiremo a cercare opportunità fare di più e comunicheremo i nostri progressi in modo trasparente.

Come Shell rispetta la natura

  • Entro il 2030, aumenteremo al 30% la quantità di plastica riciclata nei nostri imballaggi e garantiremo che gli imballaggi utilizzati per i nostri prodotti siano riutilizzabili o riciclabili.

  • Ridurremo la quantità di acqua potabile consumata nei nostri impianti, partendo con una riduzione del consumo del 15% entro il 2025 rispetto ai livelli del 2018 in zone in cui la pressione sulle risorse di acqua dolce è maggiore.

  • Puntiamo a zero rifiuti aumentando il riutilizzo e il riciclo nelle nostre attività e nelle catene di approvvigionamento.

  • Dimostreremo l’impatto positivo generale sulla biodiversità dei nostri nuovi progetti in aree ricche in biodiversità, denominate habitat critici. Questo prevede investimenti in progetti di conservazione e l’adozione di misure per salvaguardare e, ove possibile, migliorare gli ambienti locali.